Coordinatore della sicurezza

DVR-SICUREZZA



Potete richiedere maggiori informazioni inviandoci una e-mail a info@iomiformo.com

oppure chiamandoci al numeri:

Questa sezione è realizzata in partenariato con lo Studio Tecnico del Dott. Salvatore Sitra, esperto con maturata esperienza nel settore.

Approfondimenti sul COORDINATORE DELLA SICUREZZA

La sicurezza in edilizia si manifesta all’attenzione del privato cittadino già a partire dall’emanazione del D. Lgs. 494 / 1996, abrogato dal vigente D. Lgs. 81 / 2008.

Già le attività di piccola manutenzione domestica richiedo di rispettare quanto previsto al comma 4 dell’art. 90 del Decreto e cioè a nominare, prima dell’affidamento dei lavori, il Coordinatore per la Sicurezza in Fase di Esecuzione. Obbligatorio se si prevede che nel cantiere siano presenti più di una impresa anche non contemporaneamente.

Per quanto riguarda il Coordinatore per la Sicurezza in Fase di Progettazione, la sua presenza infatti non è obbligatoria, ai sensi del comma 11 dell’art. 90 dello stesso Decreto, quando il cantiere non è soggetto a Permesso di Costruire e, comunque, quando l’importo delle opere è inferiore ai 100.000 euro; in questi casi le funzioni del Coordinatore per la Progettazione sono svolte dal Coordinatore per l’Esecuzione dei lavori.

Riepilogando, qualsiasi committente, privato o pubblico, su di esso ricade l’obbligo di nomina dei Coordinatori.

Tra i Compiti dei Coordinatori quello principale del Coordinatore per la Progettazione è redigere il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) che, nei contenuti, deve rispondere a quanto esplicitato all’Allegato XVdel Decreto (Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili).

Il PSC, lungi dall’essere un documento sterile, avulso dalla realtà di cantiere e difficilmente consultabile dai soggetti che vi intervengono, deve invece riportare il risultato delle scelte progettuali e organizzative in merito alla sicurezza e deve, attraverso un’attenta scansione temporale delle varie attività, fare in modo di evitare sovrapposizioni e pericolose interferenze tra maestranze diverse.

Sta poi al Coordinatore per l’Esecuzione aggiornare il Piano con le indicazioni fornite nel Piano Operativo di Sicurezza di ciascuna impresa esecutrice che, per tutta la durata delle opere, deve far parte di un intenso processo di scambio e dialogo con il professionista per favorire la collaborazione fra le diverse parti in gioco.

Tale cooperazione si concretizza in alcune riunioni di coordinamento, nella verifica della corretta esecuzione di quanto previsto dal PSC e – uno degli aspetti più importanti – nel recepimento di eventuali proposte migliorative, da parte dei responsabili delle imprese esecutrici, in merito a questioni di sicurezza.

Il Coordinatore per l’Esecuzione ha infine la facoltà di sospendere il cantiere qualora ritenga che esso sia in una situazione di pericolo grave e imminente.

Quella del coordinatore della sicurezza è quindi una figura professionale importantissima, che riguarda in dettaglio la sicurezza sul lavoro e la regolarità dei cantieri temporanei e mobili; è una figura chiave, che si trova nella posizione intermedia, di ponte, tra i committenti e i progettisti ai quali spetta la prima e indispensabile pianificazione e organizzazione della sicurezza in cantiere, le ditte sul campo e gli operai.
L’associazione IOMIFORMO.COM, garantisce l’assunzione di questo incarico fondamentale attraverso professionisti di elevata e qualificata esperienza.

Per una formazione completa, adatta a qualsiasi tipo di lavoro